Cessione del quinto dipendenti pubblici o prestiti tra privati? Confronto, caratteristiche, vantaggi e limiti di entrambi i finanziamenti

71

Come abbiamo già accennato in una guida precedente, una delle migliori soluzioni che i dipendenti pubblici hanno quando si tratta di chiedere del denaro in prestito è sicuramente un contratto di cessione del quinto. Questo perché la cessione del quinto è una soluzione pratica, veloce, con poche perdite di tempo per l’utente, molto sicura per le banche e, in poche parole, ottima sotto ogni punto di vista. Se siete interessati a saperne di più su come funzioni e quali siano le comodità della cessione del quinto, vi consigliamo di dare un’occhiata alla guida che abbiamo pubblicato in merito.

Tuttavia, per completezza del nostro blog e per trasparenza totale nei confronti di voi lettori, dobbiamo parlarvi di una delle alternative meno considerate ma più interessanti alla cessione del quinto. Per seguire questa via, dovremo abbandonare il mondo delle banche e delle finanziarie per dare uno sguardo più approfondito a quello che è il mondo dei privati. Nella guida di oggi, infatti, abbiamo deciso di parlarvi dei prestiti tra privati una soluzione spesso evitata dagli utenti ma che, come avremo modo di vedere, ha moltissimi vantaggi e qualche limite. Seguiteci nella guida di oggi perché metteremo a confronto le due tipologie più diverse di prestito che un dipendente pubblico può richiedere così da dirvi vantaggi e limiti di ognuno. Buona lettura!

Prestiti con cessione del quinto per dipendenti pubblici

Iniziamo con il parlarvi della tipologia di prestito che sicuramente conoscerete meglio se frequentate il nostro blog: il prestito con cessione del quinto. Questo tipo di contratto prende il nome dal metodo che l’utente usa per saldare la rata a fine mese: un quinto dello stipendio del richiedente viene ceduto alla banca come metodo per saldare la rata e, quindi, il debito.

Il tipo di contratto che stiamo analizzando in questa sezione della guida ha molti vantaggi, alcuni più evidenti alcuni meno, tra questi vantaggi ricordiamo:

  • L’obbligo da parte del datore di lavoro di concedere e gestire la cessione del quinto.
  • La possibilità da parte dell’utente di non preoccuparsi dell’eventuale saldo in quanto verrà gestito dal datore e dalla banca.
  • La sicurezza da parte dell’utente che il datore non possa mutare lo stipendio o licenziare l’utente fino a quando il contratto non è estinto.
  • La facilità e la velocità di richiesta e ottenimento del contratto in questione. Con un iter di pre-approvazione molto veloce.

Tutti questi vantaggi ci delineano un contratto veloce, semplice da ottenere e da gestire. Un contratto che, tuttavia, ha comunque dei limiti e degli svantaggi da non sottovalutare. Tra gli svantaggi principali ricordiamo:

  • Il contratto ha solitamente tassi relativamente alti.
  • La cessione del quinto raramente prevede servizi aggiuntivi come il salto della rata.
  • Nella grande maggioranza dei casi sarà obbligatorio stipulare una polizza sulla vita della persona che firma il contratto.
  • Un cattivo debitore, un protestato o chiunque abbia una storia di insolvenze non può richiedere questo tipo di contratto.
  • Le somme massime richiedibili sono molto limitate, spesso divise in fasce di importi standardizzati.

Capiamo subito come la velocità e la semplicità di utilizzo del contratto di cui stiamo discutendo derivino quasi esclusivamente dal fatto che si tratta di un contratto molto limitato.

Prestiti tra privati

Passiamo ora al secondo tipo di contratto di cui dobbiamo occuparci oggi: il contratto che prevede un prestito tra privati. Come abbiamo già accennato nell’introduzione, molti utenti tendono a “evitare” questo tipo di servizio perché ritenuto poco sicuro oppure poco conveniente. 

In realtà il prestito tra privati è spesso mediato da una terza parte. Questa terza parte può essere una compagnia che si occupa di gestione delle finanze o, molto semplicemente, un’azienda con un portale online. E’ importante sottolineare, infatti, che l’avvento del web nel mondo della finanza ha portato molti cambiamenti nel mondo dei prestiti. Oggi, per richiedere un prestito ad un privato, tutto ciò che occorre fare è visitare uno degli appositi portali che possono essere facilmente trovati online, cercare il creditore che soddisfi le nostre esigenze e contattarlo tramite il portale.

Ovviamente il creditore privato deve seguire le stesse regole su tassi, spese e guadagni che seguono le banche e le finanziarie. I vantaggi del prestito tra privati sono principalmente:

  • una maggiore flessibilità e possibilità di personalizzazione del contratto.
  • Tassi molto bassi e vantaggiosi.
  • Maggiore flessibilità nel momento del saldo.

Gli svantaggi principali del contratto tra privati, invece, sono:

  • Somme di denaro richiedibili relativamente piccole
  • Il dover dare fiducia ad un privato piuttosto che ad una grande azienda.

Confronto e opinioni

La nostra opinione, nonché il nostro confronto, sui due contratti che abbiamo deciso di analizzare oggi si può facilmente è il seguente:

I prestiti con cessione del quinto offerti dalle banche sono sicuri e facili da ottenere, ci permettono di ricevere grandi quantità di denaro che possono essere restituite con calma grazie al nostro stipendio. Si tratta, secondo noi, di prestiti utili per progetti grandi e longevi quindi di prestiti per ristrutturare, di prestiti per acquistare immobili o beni di lunga durata. Sicuramente non sono prestiti che possono essere utilizzati per far fronte a piccole emergenze o simili.

I prestiti tra privati, invece, sono la soluzione perfetta quando si necessità di poca liquidità da usare quasi subito. Un privato, infatti, non metterà mai a disposizione somme molto grandi di denaro, salvo casi rari, ma piuttosto preferirà concedere prestiti di mille, duemila euro. Piccoli prestiti, facili da ottenere e altrettanto facili e veloci da restituire, utili per saldare pagamenti in sospeso, far fronte ad emergenze e così via.

A questo punto possiamo avviarci verso la conclusione della nostra guida completa in cui vi abbiamo portato un confronto tra quelli che sono i prestiti con cessione del quinto offerti dalle banche e prestiti tra privati. Speriamo che le informazioni fornite siano state sufficienti e chiare. Ovviamente vi consigliamo di sfogliare le pagine del nostro blog perchè abbiamo pubblicato molte altre guide come questa che possono aiutarvi a trovare solide alternative alle modalità più diffuse di stipulazione di contratti per prestiti e finanziamenti. Vi ringraziamo per l’attenzione e il tempo che ci avete dedicato, alla prossima guida!