Cessione del quinto dipendenti pubblici Inpdap: calcolo e procedura per ottenere il prestito, spiegazione, dettagli, caratteristiche

20

Indice dei contenuti

L’Inpdap (istituto nazionale di previdenza e assistenza per i dipendenti della pubblica amministrazione) era un ente governativo che si occupava della gestione di prestiti e di assistenza per i dipendenti della pubblica amministrazione. Nel dicembre del duemilaundici, con la legge 214, l’ente è stato soppresso e tutte le funzioni che svolgeva sono state trasferite all’Inps. Ciò non di meno sono ancora molti gli uffici, gli enti e gli utenti che si riferiscono ad alcuni servizi come servizi Inpdap. 

Da quanto l’Inpdap non esiste più si è creata un po’ di confusione tra gli utenti in quanto molte guide e articoli informativi di vecchia data si riferiscono ancora a questo ente come esistente. Questo ovviamente comporta una perdita di tempo notevole per gli utenti che cercano di capire come orientarsi nel mondo dei prestiti. 

Nella guida di oggi vogliamo far chiarezza sui prestiti con cessione del quinto per dipendenti pubblici: vedremo come funziona il prestito, come ottenerlo ora che l’Inpdap non esiste più e vi spiegheremo come richiedere il servizio.

 

Se siete interessati all’argomento della guida di oggi vi consigliamo di arrivare fino alla fine dell’articolo perchè potrete trovare moltissime informazioni utili. Buona lettura

Prestiti Inpdap: come funzionano?

I prestiti Inpdap sono prodotti estremamente semplici e funzionali, utilizzati appositamente per i dipendenti pubblici. Ogni tipologia di dipendente pubblico può facilmente trovare un prodotto Inpdap appositamente realizzato per la propria categoria di lavoratore.

Alcune macro categorie di prodotti sono:

  • Prodotti per impiegati statali 
  • Prodotti per forze dell’ordine, forze armate e primo soccorso
  • Prodotti per Medici e infermieri

Il vantaggio principale del prodotto Inpdap era proprio quello di potersi adattare al lavoratore statale che lo richiedeva: alcune professioni necessitano di assicurazione, altre hanno redditi più bassi, altre ancora hanno redditi molto alti. 

Ma vediamo più nel dettaglio per chi fosse pensato il prestito Inpdap.

Per chi sono pensati i prestiti inpdap?

I prestiti Inpdap erano pensati per i dipendenti pubblici. Tutti i dipendenti pubblici potevano richiedere il prestito, sia che fossero attualmente impiegati, sia che fossero in pensione da ex dipendenti pubblici.

Non esisteva una distinzione tra i diversi tipi di dipendenti pubblici: tutti quanti rientravano nei requisiti minimi per accedere al prestito. Ovviamente è importante ricordare che il prestito Inpdap, e l’ente in sé, erano la somma di una serie di offerte e enti singoli che sono stati “raggruppati” con delle apposite leggi.

E sono state proprio le leggi recenti (dal duemilasei in poi) a eliminare l’Inpdap come ente. Come conseguenza dell’eliminazione dell’ente pubblico, ovviamente, anche il prestito inpdap non è più disponibile 

Ora che l’inpdap non esiste, a chi dobbiamo rivolgerci?

Come abbiamo già detto, l’Inpdap non esiste più, la data dello scioglimento dell’ente è da far risalire alla legge del ventiquattro dicembre duemilaundici. A questo punto, come ovviamente avrete già immaginato, tutti i servizi offerti dall’ente sono passati sotto la gestione dell’Inps.

L’inps è attualmente l’ente che gestisce i prestiti per dipendenti pubblici con cessione del quinto. Ovviamente molte cose sono cambiate da quando l’inpdap era attivo, ma i prestiti offerti sono rimasti quasi invariati: anche nel caso dei prestiti inps troviamo prodotti realizzati appositamente per le varie tipologie di utenti. 

Vediamo nel dettaglio come funzionano i prestiti per dipendenti pubblici con cessione del quinto erogati dall’Inps.

Cessione del quinto: funzionamento

La cessione del quinto è un’utilissima garanzia che viene anche usata come metodo di saldo. La cessione del quinto consiste nel delegare un quinto del proprio stipendio al saldo del debito con l’Inps.

In particolare possiamo sottolineare che il prestito viene calcolato e costruito in base allo stipendio dell’utente: il valore massimo della cifra erogata è pari ad un quinto dello stipendio annuale dell’utente.

Grazie a questa pratica soluzione l’utente entra in possesso di numerosi vantaggi,  vediamoli nel dettaglio.

I vantaggi della cessione del quinto

Vediamo in questa sezione della guida tutti i vantaggi della cessione del quinto, spiegati in breve!

  • Facilità di saldo: dato che le rate sono realizzate su misura per basandosi sullo stipendio dell’utente, è impossibile che all’utente manchi il denaro per saldare la rata.
  • Rapidità di saldo della rata: il denaro viene destinato direttamente dal datore di lavoro (in questo caso lo stato) all’inps per il saldo. Il risultato sarà un pagamento automatico che non costa nulla in termini di tempo all’utente.
  • Dato che il prestito è realizzato su misura per l’utente: è molto semplice ottenere il prestito, non dovremo organizzarci come per una banca con garanzie, requisiti e così via.
  • Il tempo medio di erogazione del prestito è molto basso.
  • Il valore del prestito è proporzionale al guadagno annuale: più si guadagna, più si può richiedere.

Alla luce di quanto abbiamo appena detto, il prestito con cessione del quinto per dipendenti pubblici garantito dall’Inps risulta essere semplice da ottenere e molto comodo da utilizzare. 

Chi può richiedere il prestito con cessione del quinto per dipendenti pubblici

L’ex prestito inpdap, ormai prestito inps, per dipendenti pubblici è un prodotto pensato per:

  • Dipendenti pubblici
  • Ex dipendenti pubblici in pensione
  • Forze dell’ordine e forze armate
  • Medici e professioni sanitarie 

Chiunque sia in qualche modo assunto presso lo stato può richiedere almeno una forma di prestito con cessione del quinto per dipendenti pubblici Inps. Ovviamente esistono molte eccezioni e molte “varianti” alle grandi categorie di prodotti che vi abbiamo presentato velocemente in questa nostra guida di oggi. 

Arrivati a questo punto della nostra guida possiamo ritenere di avervi detto tutto quello che c’era da dire sull’argomento. Speriamo che sia tutto chiaro per quanto riguarda i prestiti con cessione del quinto per dipendenti pubblici Inpdap. 

Come ogni volta vi ricordiamo che, per cercare maggiori informazioni sul mondo della cessione del quinto, il nostro blog è sempre disponibile: abbiamo pubblicato decine e decine di guide e confronti sul servizio protagonista del nostro sito. Siamo sicuri che troverete tutte le informazioni che state cercando.

Vi ringraziamo per il tempo e l’attenzione che avete investito nella lettura della nostra guida di oggi. Come sempre vi salutiamo e ci auguriamo di rivedervi presto in una prossima guida.